BizPlace Top 50 2020
BizPlace Top 50 Mobile

BizPlace Top 50 2020

Introduzione alla classifica BizPlace Top 50 2020

Siamo orgogliosi di condividere la classifica BizPlace Top 50 2020, la lista dei 50 startupper più influenti d’Italia del 2020 selezionati dal team di BizPlace.

BizPlace Top 50 riunisce tante storie positive di aziende che si sono adattate alle circostanze difficili del 2020, da startup e PMI innovative consolidate a nuove imprese che hanno avuto un anno di successo.

La classifica BizPlace Top 50 è divisa in 10 categorie, per fornire una panoramica del mondo dell’innovazione italiana. Le categorie sono le seguenti: Software, Agri & Food, Digital, Life Science & Medical, Mobility & Services, Sustainability, E-Commerce & Delivery, Internet of Things, Entertainment e FinTech.

I criteri di selezione che abbiamo utilizzato per la classifica BizPlace Top 50 sono crescita, innovazione, fatturato, fundraising ed impatto sociale, con un’attenzione particolare alle imprese che hanno raggiunto risultati importanti nonostante i problemi causati dalla crisi sanitaria globale.

Con tanti ottimi esempi di eccellenza Made in Italy, è stato difficile restringere la lista a sole 50 startup. Congratulazioni a tutti gli startupper della BizPlace Top 50 2020, vi auguriamo ogni successo per il futuro!

Leggi la classifica per scoprire di più sugli startupper selezionati.

1.Software

Gaetano Volpe: Gaetano Volpe è CEO e Founder di Latitudo40, una startup innovativa che offre soluzioni integrate di geo-informazione nel cloud, basate su immagini provenienti da satelliti di osservazione della terra e algoritmi innovativi di intelligenza artificiale, machine learning e big data analysis. Il nome è un riferimento alla latitudine di Napoli, la città natale dell’azienda. Con Urbalytics Green, una verticalizzazione della piattaforma che si focalizza sulla transizione verso città sostenibili, Latitudo40 ha vinto il premio innovation2live del Gruppo Enercom.

Andrea Guzzoni: Andrea Guzzoni è CEO e co-founder di Rentuu, startup con sede a Londra che gestisce una piattaforma cloud-based che opera nel settore del noleggio dell’attrezzatura. Quest’anno Rentuu ha chiuso un round da 1,5 milioni di sterline, sottoscritto anche dai business angels di IAG. L’azienda ha uffici in Gran Bretagna, Italia, Olanda e Ucraina e conta oltre 300 partner.

Fulvio Giannetti: Fulvio Giannetti ha avuto un anno di successo con la sua startup LybraTech, che è stata acquisita al 51% dal Gruppo Zucchetti, il primo gruppo italiano del settore software. La startup punta all’innovazione nel settore alberghiero, sfruttando tecnologie AI per suggerire il prezzo ottimale di vendita delle stanze. Grazie a LybraTech, le strutture diventano più flessibili e possono massimizzare i ricavi. La startup conta già clienti in 16 paesi.

Lorenzo Luce: La startup innovativa BigProfiles è stata fondata da Lorenzo Luce quando aveva 25 anni. Quest’anno la società ha raccolto €1,5 milioni in un round di investimento guidato da Invitalia Ventures e LVenture Group. BigProfiles è una piattaforma basata su tecnologia di Intelligenza Artificiale che profila i clienti di un’azienda – utilizza informazioni esterne per poter prevedere il comportamento di un cliente e le sue propensioni all’acquisto.

Lorenzo Battistini: TAKOBI è un software gestionale in cloud pensato appositamente per soddisfare le esigenze delle micro, piccole e medie imprese italiane – Lorenzo Battistini è co-Founder e CEO. La mission di TAKOBI è quella di aiutare le realtà imprenditoriali italiane più piccole a gestire la propria attività in maniera semplice, veloce e a costi ridotti. Per supportare le aziende colpite dalla crisi del coronavirus, le PMI hanno potuto beneficiare di un periodo gratis di 90 giorni nel pacchetto Solidarietà Digitale promosso dal Governo.

2.Agri & Food

Mauro Germani: Con una lunga esperienza nel settore della ristorazione, Mauro Germani ha fondato la startup SoPlaya per mettere i ristoranti in contatto diretto con i produttori, creando una catena di fornitura efficiente e sostenibile che garantisce un buon rapporto qualità prezzo. Il marketplace B2B ha ottenuto €3,5 milioni in un round di investimento guidato da P101 per aiutare la startup ad espandersi a livello europeo.

Andrea Cruciani: Andrea Cruciani è CEO e Co-Founder di Agricolus, un’azienda che porta innovazione nel cuore del settore agricolo tramite l’uso della tecnologia cloud. La startup fornisce una piattaforma per la gestione precisa delle aziende agricole basata sulla raccolta e sull’analisi dei dati per portare vantaggi in termini economici e ambientali.

Massimo Morbiato: Massimo Morbiato è founder e CEO di EZ Lab, PMI fondata nel 2016 che utilizza la tecnologia blockchain nel settore agroalimentare, assicurando la sicurezza e l’anticontraffazione del Made in Italy. La campagna di crowdfunding su Mamacrowd ha già raggiunto grandi risultati, con un raccolto totale di oltre €700.000.

Ivan Aimo: Ivan Aimo è CEO e Co-Founder di Deliveristo, la startup B2B nel settore del food delivery che ha chiuso un round di €1,5 milioni a luglio. Deliveristo è un marketplace digitale che permette ai ristoranti di comprare prodotti di alta qualità direttamente dai fornitori.

Romolo Ganzerli e Flavio Nappi: MammaPack è stata fondata da Romolo Ganzerli e Flavio Nappi per portare agli italiani all’estero il cibo e i prodotti del loro paese ad un prezzo ragionevole. MammaPack offre una selezione di altri 10.000 prodotti che vengono spediti in tutta l’Europa in 24h, senza limiti di peso.

3.Digital

Luca Manara: Luca Manara ha fondato App Quality per aiutare gli sviluppatori a migliorare la qualità e la User Experience di app, siti e smart devices. Funziona tramite la potenza del crowd – App Quality dispone di più di 15.000 tester specializzati in Italia che sono disponibili a verificare l’usabilità dei portali web. Quest’anno P101 ha guidato un round nella startup, per un raccolto totale di €3,5 milioni.

Marcello Violini: Marcello Violini è CEO e Co-Founder di Teyuto, startup italiana che si focalizza sulla monetizzazione dei video premium per professionisti. L’azienda ha registrato una forte crescita durante l’emergenza sanitaria, con un aumento del 125% di aperture canali video.

Marianna Poletti: Marianna Poletti è founder e CEO di JustKnock, una startup fondata con la visione di cambiare il modo in cui si trova lavoro.  La società agisce come intermediario fra i candidati e le aziende che offrono opportunità di lavoro – a differenza dei competitor, sulla piattaforma l’enfasi è sulle idee, non soltanto sulla lunghezza del curriculum.

Giovanni Antonio Conforti: Giovanni Antonio Conforti è CEO di Yakkyo, startup con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dell’e-commerce tramite il dropshipping, un modello che permette a un venditore di vendere un prodotto senza averlo nel proprio magazzino. Il software Yakkyofy automatizza la gestione di un negozio in dropshipping. Nonostante i problemi causati dalla situazione coronavirus in Cina, la società ha raccolto più di €400 mila in una campagna di equity crowdfunding su Mamacrowd, e il servizio ha aiutato molte persone durante il lockdown.

Roberto Tramelli:  Chimpa è un sistema di Mobile Device Management, che utilizza tecnologia cloud-based per permettere la gestione dei device collegati da remoto. Chimpa è uno strumento che è diventato molto importante durante il lockdown, un periodo in cui le scuole, i genitori e gli studenti hanno avuto tanti problemi nell’adattarsi alla didattica a distanza. È stato sviluppato da Roberto Tramelli, consulente IT per le scuole, che poi ha scelto di lavorare con la società XNOOVA per realizzare le potenzialità del software, collaborando con il CEO Gianluigi Cravedi.

4.Life Science & Medical

Michele Pironti: Michele Pironti è direttore generale presso AQMA, PMI innovativa nel settore nutraceutico con un turnover di oltre €2 milioni. Michele fa parte di un team esperto, insieme a Salvatore Ruggiero (Socio Promotore), Donato Parete (CEO), ed altri. Nata dalla fusione tra «nutrizione» e «farmaceutica», la Nutraceutica è un neologismo che definisce l’utilizzo dei principi nutritivi presenti negli alimenti a scopo salutare. AQMA propone prodotti nutraceutici brevettati 100% Made in Italy, utili per diversi tipi di terapie.

Mario Salerno: Mario Salerno è CEO di I-VASC, startup che mira a portare sul mercato globale un dispositivo medico brevettato e minimamente invasivo per il trattamento delle vene varicose. Il 50% delle donne e il 30% degli uomini nella popolazione adulta in tutto il mondo soffre di vene varicose o di patologie correlate – I-VASC consente un’ablazione chimica sicura, rapida ed efficace per trattare il problema.

Angela Maria Avino: Angela Maria Avino è la CEO di Dottori.it, piattaforma online che fornisce un modo semplice per prenotare una visita medica – l’utente può scegliere fra gli 85.000 specialisti che hanno una presenza sul sito, leggendo le recensioni di altri pazienti. Durante il periodo dell’emergenza Covid-19, la piattaforma è diventata più importante – con la gestione online dei pazienti, i medici hanno potuto ridurre al minimo il contatto non necessario, e la piattaforma ha aggiunto l’opzione di effettuare consulenze tramite videochiamata.

Filippo Piatti: Filippo Piatti è CEO e co-founder di Artiness, startup medtech con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo medicale con l’uso della realtà mista. La società ha sviluppato una piattaforma olografica 3D efficace per aiutare i medici ad esaminare l’anatomia del paziente, migliorando i risultati clinici durante le operazioni chirurgiche. Quest’anno Artiness ha vinto il secondo bando Action for 5G by Vodafone, che ha portato un investimento di 1 milione di euro, con la visione di sviluppare la tecnologia per fare interventi chirurgici da remoto.

Franco Osta: Franco Osta è CEO e co-founder di AorticLab, startup medtech che ha raccolto €1,3 milioni quest’anno tramite una campagna di equity crowdfunding su Doorway, con il sostegno di IAG e Club degli Investitori. La startup sta sviluppando un sistema a bassa invasività per il ripristino funzionale della valvola aortica nativa affetta da distrofia calcifica.

5.Mobility & Services

Christian Padovan: Christian Padovan è co-founder e CEO di Wash Out, app che fornisce un innovativo servizio di lavaggio senza acqua per le macchine, utilizzando materiali ecologici. Durante l’emergenza sanitaria, il team ha deciso di adattarsi con l’introduzione del servizio di sanificazione dei veicoli. Quest’estate il gruppo Telepass ha acquisito il 70% dell’azienda, un grande successo per i tre co-founder under 30, Christian, Andrea Galassi e Alessandro Morlin.

Filippo Agostino: Filippo Agostino è CEO e co-founder di 2Hire, startup che ha fondato nel 2015 insieme a Matteo Filippi, Andrea Verdelocco ed Elisabetta Mari. L’azienda opera nel settore di mobility, e ha sviluppato un dispositivo e un’app che permettono all’utente di gestire il proprio veicolo da remoto, oppure di collegare diversi veicoli di una flotta. P101 Ventures ha guidato un round di 5,6 milioni di euro nella startup quest’anno.

Nicola Maio: Insieme a Luciano Delmastro, Nicola Maio è co-Founder di Truckscreenia, startup che opera nel settore della Smart Mobility. La società produce un sistema innovativo dedicato all’advertising e a messaggi di pubblica utilità in movimento che opera su autostrade. Attraverso un display digitale intelligente che utilizza la geo localizzazione e l’AI, riesce a iper-segmentare l’audience e veicolare il messaggio pubblicitario verso il giusto target.

Flavio Farroni: Flavio Farroni è CEO e co-founder di MegaRide, startup nel settore smart mobility che si focalizza sull’ottimizzazione delle prestazioni dei veicoli. L’azienda nasce come spin-off dell’Università di Napoli Federico II nel 2016, e ha lavorato con molte aziende ben note nel mondo automobilistico, per esempio Ducati, Audi Sport, Pirelli.

Sergio Pininfarina: Sergio Pininfarina è co-founder, Administrator & Business Director presso TUC.technology, startup che ha sviluppato un connettore digitale e strutturale per affrontare il problema dell’organizzazione dello spazio all’interno dei veicoli, con un alto potenziale di personalizzazione in base alle esigenze dell’utente. Quest’anno Sergio e il suo socio Ludovico Campana hanno presentato la prima applicazione del connettore sulla piattaforma dedicata alle auto elettriche del gruppo Volkswagen.

BizPlace la società leader in Italia nei servizi di advisory per Startup e PMI

6.Sustainability

Salvatore Occhipinti & Salvo Salerno: Salvatore Occhipinti è CEO e Co-Founder di Reiwa Engine, system Integrator nel campo della robotica, dell’AI e degli impianti industriali. Insieme al co-founder Salvo Salerno, Salvatore ha sviluppato SandStorm, un robot che può pulire i pannelli solari, aumentando l’efficienza dei parchi fotovoltaici. Una delle innovazione importanti del SandStorm è il fatto che pulisce a secco, risparmiando grandi quantità di acqua. La startup ha una partnership importante con Enel Green Power.

Emanuela Gatto: Emanuela Gatto ha un PhD in Scienza Chimiche ed è ricercatrice dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata – inoltre, è fondatrice e CEO di Splastica, startup che produce plastica sostenibile. Partendo da materie prime naturali, Splastica ha creato un’alternativa alla plastica che è completamente biodegradabile e si trasforma naturalmente in compost nel giro di pochi mesi. La bioplastica è ottenuta a partire da scarti alimentari, fra cui il latte scaduto. La startup quest’anno ha vinto il Premio “Unirsi per l’impresa” 2020 di Unindustria.

Felice De Piano: Be Green Tannery è un’azienda conciaria che si sta affermando come leader nella concia metal free, grazie anche al brevetto di una speciale formula che garantisce prodotti di qualità superiore. L’azienda concia e rifinisce pelli ovine e caprine, destinate ad aziende nazionali ed estere manifatturiere del lusso. Felice De Piano è il direttore generale di Be Green Tannery, e si focalizza sulla riduzione dell’impatto ambientale di tutti i processi produttivi dell’azienda.

Mauro Margherita: Mauro Margherita è CEO di Turboalgor, azienda che punta a ridurre l’impatto ambientale dell’industria della refrigerazione con una tecnologia rivoluzionaria. Attualmente la catena del freddo è la causa del 17% del consumo energetico globale – l’innovazione di Turboalgor negli impianti di refrigerazione permette un risparmio energetico del 23%, insieme a un aumento del 56% nella capacità frigorifera. Quest’anno la società ha firmato un accordo con Intesa Sanpaolo per un finanziamento di 2 milioni di euro.

Désirée Farletti: Reco2 è la prima startup innovativa che ha brevettato un rivoluzionario processo per la produzione di una nuova serie di materiali funzionali per la bioedilizia. Recupera e trasforma diversi tipi di sottoprodotti e materie prime secondarie in pavimentazione biocompatibile, 100% da materiale riciclato. L’idea è nata da Désirée Farletti che studiava ingegneria meccanica, e ha creato la startup insieme a tre altri giovani: il fratello Tommaso Farletti, Daniele Nora e Luca Spiridigliozzi.

7.E-Commerce & Delivery

Federico Salina: Federico Salina è il CEO e co-founder di WiTailer, startup che fornisce supporto alle aziende che vogliono migliorare le proprie vendite su Amazon. Dopo un’esperienza lavorativa importante all’interno di Amazon, Federico ha deciso di utilizzare la sua conoscenza del e-commerce con la fondazione di WiTailer insieme al co-founder Jana Nurmukhanova. Durante il lockdown, l’importanza dell’e-commerce è diventata chiara anche per le aziende più tradizionali, e WiTailer collabora ormai con 120 brand internazionali. La società ha raccolto €400.000 nel 2020 per poter espandere in tutto il mondo.

Matteo Moretti: Matteo Moretti è founder e Presidente del CdA di iManager S.r.l, startup innovativa che ha lanciato JustMary, il primo servizio di delivery di cannabis legale. I prodotti contengono un livello legale di Thc, cioè il principio psicoattivo presente nel cannabis. L’azienda ha avuto successo negli ultimi anni e ha continuato a crescere durante il periodo di lockdown, con una crescita nel 2020 del 600% rispetto ai numeri dello scorso anno.

Martina Cusano: Martina Cusano ha unito le sue competenze nell’ambito di finanza alla sua passione per il design per creare Mamma 2.0, startup che ha lanciato Mukako, la piattaforma di e-commerce che realizza e commercializza prodotti pensati per i bambini. L’azienda viene riconosciuta dalla classifica “FT 1000 Europe’s Fastest Growing Companies 2020” come una delle prime 10 aziende europee con i più alti tassi di crescita di fatturato tra il 2015 e il 2018.

Carlo Battaglino: Carlo Battaglino è CEO e Founder presso Lirecento, startup specializzata nella vendita di pantaloni made in Italy di qualità̀ sartoriale. Dalle mani degli artigiani direttamente al consumatore, Lirecento ha costruito un modello di business privo di intermediari attraverso il quale distribuisce pantaloni in tessuti pregiati a prezzi competitivi. Oltre la piattaforma di e-commerce, Lirecento ha aperto due negozi a Roma e a Milano.

Marco Magnocavallo: Tannico, startup e-commerce che vende vini e altre bevande alcoliche, ha avuto un anno di successo strepitoso sotto la guida di Marco Magnocavallo, CEO e co-Founder. Quest’anno, Campari ha acquisito una partecipazione della startup pari al 49%, una exit parziale che vale una somma di 23,4 milioni di euro. In parte grazie al lockdown, Tannico ha raggiunto gli obiettivi di fatturato per il 2020 nei primi mesi dell’anno.

8.Internet of Things

Edoardo Parini: Edoardo Parini, CEO, ha fondato la startup Deed nel 2016, insieme ai fratelli Emiliano ed Enrico. La società sta sviluppando GET™, un dispositivo da polso indossabile 100% Made In Italy che offre le funzionalità di uno smartwatch e di un fitness-tracker – permette infatti di tracciare l’attività fisica, i movimenti, il ciclo del sonno, effettuare pagamenti. Sfruttando la tecnologia di conduzione ossea, l’utente che indossa GET™ deve solo mettere il dito vicino all’orecchio per ascoltare i contenuti e rispondere a chiamate, note vocali, messaggi o dare istruzioni a diversi assistenti vocali.

Gianni Alessandroni: Gianni Alessandroni è Founder & CEO di Wise Robotics Srl, startup che ha sviluppato un innovativo sistema di monitoraggio sismico e vibrazionale per edifici e infrastrutture che si chiama Quakebots. Sfruttando la fusione tra Intelligenza Artificiale ed IoT, i dispositivi di Quakebots sono in grado di registrare la più piccola vibrazione che colpisce un edificio. I dispositivi sono già presenti in luoghi di importanza sia industriale che culturale, come la Basilica di San Francesco d’Assisi e la Raffineria EXXON MOBIL di Augusta.

Massimiliano Bellino: Massimiliano Bellino è CEO di Next Industries, startup che ha progettato The Tactigon, dispositivo wearable che sfrutta tecnologia di intelligenza artificiale per riconoscere ed analizzare i movimenti dell’utente. Il dispositivo può essere utilizzato in molti contesti come robotica, VR, AR, e videogiochi, grazie ad una elevata programmabilità.

Vittorio di Mauro: Vittorio di Mauro è CEO e Co-Founder di ConnectLab, startup che opera nel settore mobile IoT. La società ha sviluppato DOTS, un sistema GPS per collegare, monitorare e proteggere persone e oggetti personali. Il sistema DOTS utilizza un dispositivo smart e un’app che sfrutta le tecnologie IoT e cloud per garantire una maggiore sicurezza per l’utente.

Luca Brayda: Luca Brayda è CEO e Founder di Acoesis, startup innovativa nata dalla ricerca dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) che sta sviluppando Glasssense, un paio di occhiali smart che aiuteranno l’utente a sentire meglio. L’idea è quella di “mettere a fuoco” la voce della persona che si osserva negli ambienti rumorosi – il prodotto aiuterà le persone con problemi di udito anche quando l’interlocutore porta una mascherina o si trova a distanza. Quest’anno la startup ha raccolto €900.000 in un round di investimento, e l’obiettivo è di lanciare il prodotto entro la fine dell’anno.

9.Entertainment

Lorenzo Uggeri: Lorenzo Uggeri è CEO e co-founder di Kooness.com, startup che si configura come un marketplace digitale per la vendita e l’acquisto di opere d’arte. La mission del CEO è di essere all’avanguardia nella digitalizzazione del mondo dell’arte, ovvero la democratizzazione, dato che la piattaforma dà a più persone l’opportunità di entrare in un mondo tradizionalmente chiuso.

Michele Callegari e Niccolò Bencini: Michele Callegari e Niccolò Bencini sono i co-founder di Barberino’s, un caso di successo Made in Italy. L’azienda è un barbiere e una startup innovativa che sta rivoluzionando la professione del barbiere in Italia, ricreando l’esperienza e l’atmosfera delle antiche barberie italiane per una nuova generazione. Negli ultimi 4 anni la società è cresciuta moltissimo: ha moltiplicato il suo fatturato del 582%, ha assunto oltre 30 giovani, e ha aperto 6 negozi. La campagna di equity crowdfunding su Mamacrowd ha raccolto €1,25 milioni durante il lockdown, e la riapertura dell’attività è stato un successo.

Fabienne Mailfait: Fabienne Mailfait è la CEO di We Wealth, marketplace per la distribuzione di informazione e dei contenuti multimediali collegati al settore del wealth management e della finanza in generale. L’obiettivo è quello di digitalizzare il settore del wealth management che ad oggi è prevalentemente basato su relazioni offline. Quest’anno la startup ha raccolto 1,5 milioni di euro in un round sottoscritto da Crif, Gellify, B.Group, ed altri.

Davide Zanon: Davide Zanon è CEO, CMO e Founder di Meeters, una startup che organizza incontri e esperienze per le persone che vogliono scoprire i posti più belli in Italia e conoscere nuove persone, mettendo in contatto quelle con interessi simili e che vivono nella stessa città. Ci sono diverse attività disponibili in 370 destinazioni e la piattaforma conta già 20.000 utenti.

Alessandro Seina: Nonostante il fatto che sia stato un anno difficile per le aziende nel settore del turismo e dei viaggi, la scaleup di Alessandro Seina è riuscita a fare passi in avanti. L’azienda, precedentemente nota come Bagbnb, è stata rilanciata con il nuovo nome RadicalStorage, e offrirà altri servizi oltre il servizio di deposito bagagli, con lo scopo di diventare il punto di riferimento per chi arriva e parte da una città.

10.FinTech

Ignazio Rocco di Torrepadula: Ignazio Rocco di Torrepadula è CEO e Founder di Credimi, azienda nel settore Fintech che si configura come piattaforma di invoice financing e lending alle imprese. Offre servizi di factoring digitale e finanziamenti garantiti al 90% dallo Stato, e punta ad assistere le imprese colpite dalla crisi sanitaria, aiutandole a ripristinare la liquidità, a lanciare piattaforme di e-commerce ed a far ripartire le aziende.

Laura Maffi: Laura Maffi è fondatrice e CEO di Trusters, società innovativa e pionieristica nel mondo del lending crowdfunding applicato al real estate. Trusters è stata fondata nel 2018 da Laura e suo cugino Andrea Maffi, ed è la prima piattaforma italiana di Real Estate Lending Crowdfunding. Si vanta di essere semplice, accessibile e rapida – conta oltre 3.000 utenti registrati sul suo portale e 51 progetti finanziati.

Marcello Scalmati: Marcello Scalmati è CEO di CashMe, startup che aiuta le imprese ad ottimizzare i flussi di casa, ottenendo liquidità dalle fatture in attesa di pagamento. La startup si configura come piattaforma online dove le PMI possono monetizzare le fatture commerciali senza indugio – elimina la necessità di ricorrere al sistema bancario. CashMe è stato uno strumento molto utile per delle aziende affrontando problemi di liquidità durante la crisi sanitaria.

Marko Maras: Marko Maras è CEO e Founder di Fido, piattaforma di digital credit & risk scoring che ha fatto un round di 1,1 mln euro, sottoscritto da IAG e da alcuni investitori privati. Marko Maras ha sviluppato la piattaforma insieme al co-founder Paolo Mardegan, implementando l’intelligenza artificiale per utilizzare fonti dati e modelli di analisi del rischio alternativo, con lo scopo di profilare meglio la clientela online.

Marco De Guzzis: Marco De Guzzis è il nuovo CEO di Sardex S.p.A. PMI innovativa del settore FinTech che ha sviluppato il primo circuito di credito commerciale e che permette alle imprese di finanziarsi reciprocamente a tasso zero. È un motore di sviluppo per l’economia e la comunità che fornisce strumenti di pagamento e di credito paralleli e complementari a quelli tradizionali. Quest’anno Sardex ha raccolto €5,8 milioni in un round guidato da CDP Venture Capital SGR.

A tutti gli Startupper i migliori complimenti dal Team BizPlace.

Per saperne di più sui nostri servizi